Domande frequenti

Che cos’è l’ HACCP ?
Il Decreto Legislativo 155/97 recepisce la ormai nota Direttiva CEE 43/93 sull’igiene degli alimenti. Questo decreto impone alle aziende l’adozione di procedure di autocontrollo, dirette a garantire l’igienicità degli alimenti sulla base del SISTEMA DI ANALISI DEI RISCHI E DI CONTROLLO DEI PUNTI CRITICI HACCP.
Chi deve adempiere a questa normativa ?
Tutte le aziende alimentari che svolgono attività di produzione, preparazione, trasformazione, fabbricazione, confezionamento, deposito, trasporto, distribuzione, manipolazione, vendita, fornitura, somministrazione al consumatore.
Chi è il responsabile dell’azienda ?
Il titolare, oppure un responsabile specificamente delegato.
Cosa rischia il responsabile in caso di violazione alla disposizione ?
Sanzione amministrativa da € 1.549,37 (L. 3.000.000) a € 9.296,22 (L. 18.000.000). Inoltre, se dopo la sanzione le prescrizioni dell’autorità sanitaria non verranno rispettate, può avvenire l’arresto e un’ammenda da € 309,87 (L. 600.000) a € 30.987,41 (L. 60.000.000).
Il responsabile cosa deve tenere a disposizione dell’autorità sanitaria ?
Tutte le informazioni concernenti il tipo, la frequenza e i risultati relativi alla procedura di autocontrollo.